JomPage - Travel Experience
Goblin Valley State Park, Utah - USA
United States of America flag Utah | USA

Goblin Valley
and Factory Butte

 
Latitude - 38° 34' N
Longitude - 110° 42' W
 

"but it was just my imagination
running away with me
it was just my imagination
running away with me
"

The Temptations
   
september 2006

La valle degli Gnomi pietrificati

soundtrack: Just Breathe, Pearl Jam - 2009
 

Chapter

Provo per l’ultima volta a cercare nello specchietto retrovisore la fisionomia di Capitol Reef, imponente e affascinante con i colori del primo mattino. Intanto l’Hwy Utah 24 scivola via con i suoi tornanti morbidi tra le colline del National Park; viaggiare in questa parte di America fa riconciliare con il gusto di guidare. Provo a vedere se sulla mia sinistra riesco a scorgere le bianche guglie della Cathedral Valley, ma la strada corre leggera tra le badlands creando una cortina naturale. Peccato, vedere quelle alte vele granitiche dovrebbe essere assai emozionante. Bene, un’altra cosa da aggiungere in un ipotetico viaggio futuro; per quanto si possa programmare bene un itinerario, nel southwest degli Usa sono talmente tante le location che ci vorrebbe un mese per esplorarne solo le linee essenziali. Comunque, se devo essere sincero, sono contento di come sta andando il viaggio; le tappe fondamentali sono state fatte, ma soprattutto sono andate oltre le più rosee aspettative in termini di emozioni. Perché quando buttavo giù i waypoint, tranquillo in poltrona, tendevo a riempire ogni minuto libero della giornata, sempre per quella frenesia cronica di temere di non vedere abbastanza. Poi quando si arriva sul campo ci si accorge di come mille imprevisti, la voglia di restare in un luogo un’ora in più, il meteo o altri mille fattori possano far slittare le varie tappe con conseguente annullamento di qualche meta; sempre che non si trovi la ricetta per allungare le giornate.

Oggi ad esempio ho messo in mattinata una sosta a Factory Butte, ma sinceramente non so dove sia di preciso. Ho visto su un libro questo bellissimo sperone di roccia, molto particolare nella sua forma; sono quei piccoli pallini che vengono fuori quando si tracciano le rotte, e visto che è in zona perché non cercarlo? Il programma di Google Earth mi segnala che Factory si trova dalle parti di Caineville sempre lungo la Highway 24; troppo semplice, ma dove? Giusto il tempo di dire che forse l’ho già passato, quando una piccola stradina sulla sinistra apre la vista a Factory Butte. E’ come nella foto, ma l’atmosfera che trasuda da queste badlands grigie – blu rende tutto magico. Ci fermiamo in una piccola piazzola lungo questa stradina sterrata che dovrebbe portare alla base del monolite; credo che tutte le sue foto provengano da questa posizione. Ovviamente ci siamo solo noi, il che mi fa pensare che o pochi conoscono queste perle del southwest, oppure sono un invasato e finche non sbircio dietro l’ultimo sasso non riparto per l’Italia. La mia ragazza penso propenda per la seconda opzione. Comunque Factory Butte merita assolutamente una sosta, in fondo è ben visibile dalla Hwy 24 e non necessita escursioni particolari. O meglio, ci si potrebbe lanciare in un off-road fino alla sua base, ma rischierei l’ammutinamento. La sua fisionomia è realmente particolare perché assomiglia ad una fabbrica di forma piramidale; sono sempre più convinto che la natura qua si sia davvero sbizzarrita nel creare continuamente forme nuove e particolari. Il silenzio è quasi spettrale, se si esclude qualche piccolo soffio di sabbia che ci pizzica le gambe. Ci godiamo qualche minuto di doverosa e meritata solitudine e poi si riparte; in fondo obiettivo primario della mattinata è Goblin Valley State Park.

Pochi minuti e doppiamo la cittadina di Hanksville, piccolo crocevia che smista il traffico tra Moab a nord e il Lake Powell a sud. La strada ora corre dritta e con la visuale libera; pochi km e ci fermiamo in un bellissimo e anche affollato vistapoint. Sullo sfondo, in lontananza si può ammirare Factory Butte che si erge in mezzo ad altre maestose formazioni rocciose. Il paesaggio è marziano; immense distese di terra rossa con qualche monolite che isolato sembra forzi la crosta terrestre per emergere; realmente suggestivo. Non manca molto alla deviazione che ci porterà allo State Park; infatti ecco l’indicazione che segnalato il parco. E’ quasi impossibile incontrare difficoltà nel raggiungere i maggiori parchi negli Stati Uniti. Pochi minuti e arriviamo alla stazione del ranger; memore dei consigli di Daniele chiedo qualche informazione riguardo a degli slot canyon che si trovano in zona. Il più famoso, accessibile e quanto pare anche il più bello è il Wild Horse Canyon. Un inserviente della stazione del parco mi invita gentilmente nel suo ufficio e mi illustra, grazie alla sua macchina digitale, le foto della location; molto belle, sembra una piccola Antelope Canyon meno colorata, ma molto più stretta. Ci troviamo nella zona di San Rafael’s Well e se non erro Carlo tempo fa mi disse che è una porzione di Utah estremamente dura come clima e paesaggio, ma soprattutto molto “ricca” di rettili. Non oso pensare di portare la Babi a mezzogiorno in uno slot canyon in pieno deserto con troppe bisce intorno. Sarà per la prossima volta, in fondo non era in programma; il mio dramma è che questi viaggi gettano le basi per altre visite e così via. Proseguiamo verso il parcheggio della Goblin Valley, anche se ancora non si vede nulla. Pochi passi sopra la collina del parking e miraggio, si apre una vallata cosparsa di piccole formazioni rocciose simili ad una popolazione di goblin o gnomi. Ci lasciamo scivolare lungo la parete friabile fino ad entrare nella piana dove davvero sembra di essere in mezzo a tanti folletti pietrificati. Sono ovunque e solo la fantasia può porre limiti agli occhi e orecchie che si vedono disegnate sulle rocce. Anche in questo parco siamo soli, nessuno che provi ad uscire dai tragitti tradizionali impostati da tutte le guide turistiche; eppure è facilissimo da raggiungere questo parco. Il mio consiglio è sempre lo stesso: uscire dalle highway, perché l’America vera vive nelle backroads, nei piccoli paesi fantasma, nelle praterie delle riserve indiane; purtroppo mi piange il cuore quando sento dire che una persona è andata in viaggio negli Usa e ha visitato solo metropoli, o ancor peggio si è fermato ai vistapoint dei parchi.

Ma sento che mi sta venendo su la vena polemica, meglio fermarsi; per fortuna sono qua, attorniato da questo piccolo mondo magico di goblin, alla ricerca di qualche spot particolare. La vallata non è immensa e si visita tranquillamente in un oretta; oltretutto non necessita di particolari doti atletiche visto che è tutto in piano, temperature permettendo; ma credo che il momento migliore possa essere con le luci della sera, quando i nanetti di pietra cercano idealmente di separarsi dalle loro ombre. Adesso invece il sole picchia forte e senza adeguata copertura si rischia di crogiolarsi per bene; i colori sono rosso pallidi e le zone in ombra sono davvero poche. Il parco consta idealmente di tre vallate, tutte da vedere perché ognuna ha le sue peculiarità; in fondo è una passeggiata che zigzaga tra piccoli archi e pinnacoli; sembra più un parco giochi che una riserva naturale, ma il caldo comincia davvero a piegare le gambe. Meglio rimettersi in marcia, oggi concludo la tappa con la cittadina di Moab. Là le possibilità di escursioni sono pressoché infinite: i parchi nazionali di Arches e Canyonlands, il parco statale di Dead Horse Point; oltre alle mille escursioni da Fisher Towers o alla Castle Valley, da Delicate Arch allo Shafer Trail, da Negro Bill Canyon agli Overlook sul Green River. L’unica cosa che manca ogni volta che raggiungoChapter Moab è il tempo, guarda caso. Ma intanto la malinconia comincia ad affiorare sempre più; aveva dato i primi sussulti dopo Page, ma ora so che toccando Moab faccio sono al giro di boa del viaggio e inizia l’inesorabile conto alla rovescia per l’addio. E la malinconia si fa sempre più pesante.

  giottoGiotto

 

   
   
 
Mappa
 
photo gallery

Factory Butte, Utah - United States of America
Factory Butte, Utah - USA
Goblin Valley State Park, Utah - United States of America
Goblin Valley State Park, Utah - USA
Goblin Valley State Park, Utah - United States of America
Goblin Valley State Park, Utah - USA
Goblin Valley State Park, Utah - United States of America
Goblin Valley State Park, Utah - USA
Factory Butte, Utah - United States of America
Factory Butte, Utah - USA
Goblin Valley State Park, Utah - United States of America
Goblin Valley State Park, Utah - USA