JomPage - Travel Experience
Las Vegas, Nevada - USA
United States of America flag Nevada | USA

Las Vegas

 
Latitude - 36° 05' 50'' N
Longitude - 115° 10' 22'' W
 

"i'm going where the sun keeps shining
thru' the pouring rain
going where the weather
suits my clothes
backing off of the North East wind
sailing on summer breeze
and skipping over the ocean
like a stone
"

harry nilsson
   
june 1989 - 1990 / july 1991 - 1992 / august 1999 - 2002

Las Vegas, il tempio dell'illusione

soundtrack: viva las vegas, elvis presley - 1964
 

Chapter

Fare una recensione su Las Vegas, anche se l'ho visitata tante volte, non è facile. Esiste un "popolo" di suoi sostenitori mentre all'opposto esiste un altro "popolo" che la considera un semplice posto dove dormire per poi andare nei parchi dello Utah e dell'Arizona. Io mi colloco al centro. Las Vegas è una delle città con il più alto tasso di crescita in termini di popolazione di tutto il mondo. Il motivo è facile da intuire dato il giro di turisti che quotidianamente affollano la sua "Strip". Si, perché alla fine si parla di una metropoli costituita essenzialmente da una sola via, la "Las Vegas Boulevard" conosciuta anche come "Strip", con ai due lati i complessi alberghieri più pacchiani ed entusiasmanti dell'universo. Li chiamo complessi alberghieri perché ad esempio l'Hotel Casino Venetian consta di 4000 camere ed è costato come una nostra manovra finanziaria. Da non credere se non lo avessi sentito dal canale finanziario Bloomberg. Gli alberghi ai lati della Strip sono tutti a tema; è un po' come avere tante Disneyland una dopo l'altra e ognuna con un filo conduttore diverso. Si passa dal Luxor la cui luce alla sommità della piramide è visibile dallo spazio (come se gli ufo venissero sulla Terra solo per andare a puntare due soldi), al Venetian che è una copia in piccolo della nostra Venezia, al Bellagio che rappresenta la quinta essenza dell'eleganza. Basta comunque vedere un qualsiasi servizio in televisione per saperne di più sui singoli hotel.

Ma quando si arriva a Las Vegas per la prima volta si rimane esterrefatti. Il famoso detto che in Usa tutto è grande, bene, qui ha la propria dimostrazione pratica. Già al momento dell'arrivo in albergo ci vuole un grosso sforzo di orientamento per trovare il bureau o gli ascensori; tante volte capita proprio di perdersi. Tutto è grande e tutto viene portato all'eccesso, senza limiti di spesa. Las Vegas è in realtà due città in una. Di giorno sembra un luogo semi abbandonato, ma al calar del sole si accende in ogni suo angolo. Succede spesso che chi la gira di giorno, poi di notte si disorienti perdendo i punti di riferimento data la totale differenza che la città subisce. Las Vegas può non piacere a qualcuno per tutti i suoi eccessi, ma credo che sia uno dei pochi posti al mondo che vadano veramente visti almeno una volta nella vita. A Las Vegas o ci arrivi in auto oppure in aereo. Il bello è che già al momento dello sbarco, prima ancora di vedere un inserviente dell'aeroporto incontrerete in ogni angolo slot machine. L'impatto è veramente forte! Ricordo anni fa che presi un taxi che aveva (era un grosso minivan) nel retro del sedile del guidatore uno schermo dove già potevi cimentarti con un Video Poker: pazzesco. Poi nei viaggi successivi non ne ho più visti, forse era una prova. Comunque hom nei viaggi successivi, sempre raggiunto Las Vegas con una vettura a noleggio. L'auto risulta infatti fondamentale per spostarsi velocemente in città. Penserete che in fondo gli Hotel sono uno a fianco dell'altro; certo, ma i complessi sono talmente lunghi che sulla Strip si rischia di macinare miglia e miglia a fine nottata. Il mio consiglio è di lasciare l'auto nel parcheggio (sempre gratuito) di un hotel e di circoscrivere la zona da visitare ai complessi vicini. Poi riprendere l'auto e fare la stessa cosa con altri hotel. Ad esempio, se lasciate l'auto al Venetian, al massimo riuscite a raggiungere il Bellagio, ma non arriverete mai al Luxor che è in fondo alla strip. Infatti gli hotel al loro interno sono interessanti da visitare, ma sono strutturati in modo che è facile entrare, ma molto difficile trovare l'uscita. Provate ad indovinare il perché? Quindi alla fine i km sulla strip non sono nulla in confronto a quelli che dovrete digerirvi all'interno dei casinò.

Las Vegas ha praticamente tutto. Di giorno è molto bello sfruttare le strutture degli hotel anche intrufolandovi, come ad esempio nelle piscine del Bellagio o tra i giardini del Tropicana. Oppure preferisce il brivido al relax, ci sono veramente tante attrazioni come montagne russe che corrono a 300 metri (Stratosphere) o in mezzo ai grattacieli (New York New York). La sera invece iniziano gli spettacoli di cabaret (ovviamente in lingua inglese), musical in stile Broadway o concerti di artisti famosi. La notte è anche piena di spettacoli meno culturali tipo "Lap Dance" o "Tease" con i fondo schiena (così recitava il promo) più belli del mondo. In tutto questo panorama il casinò resta il motore primo di tutto. Aperto ad ogni ora del giorno e della notte, non si ferma mai. Vi accoglie all'aeroporto e continua a farvi da background appena si aprono le porte dell'hotel fino alla piscina e ai corridoi delle camere. L'obiettivo è sempre quello: lasciare parecchi soldi sui tavoli. Macchine in premio ovunque; Harley che ruotano in aria sospese sopra di voi. A Las Vegas si affitta di tutto: dalla Ferrari alla Jeep militare "Hummer". Basta che paghi e a Las Vegas sei portato su di un trono. Ma è anche la città che senza spendere un solo euro ti permette di divertirti ugualmente. Infatti un tale dispiegamento di lampadine in fondo non vi costa nulla, come non vi costano nulla gli spettacoli delle fontane danzanti al Bellagio, dei Pirati al Treasure Island o del vulcano al Mirage . E' questo il bello di Las Vegas, se la vuoi in un modo è così, altrimenti la puoi vivere sotto altri punti di vista. Prima di tutto va detto che Las Vegas ha due fasce di prezzo dettate dal giorno/i che ci volete dormire. Il week end i prezzi delle camere raddoppiano; quindi quando pianificate un viaggio pensate anche a questo. Per il resto esistono due gruppi di alberghi: 1) quelli più famosi sulla Strip, cioè dal Mandaly Bay (di fianco all'aeroporto) fino allo Stratosphere; e 2) i vecchi hotel di Las Vegas che si incontrano superando lo Stratosphere (anche se sono ottimamente tenuti). Il consiglio è ovvio e deve ricadere sui primi in base ai vostri gusti e al vostro budget di spesa. Se non avete problemi vi consiglio apertamente il Bellagio. Se invece volete risparmiare vi consiglio lo Stratosphere. Ci sono stato quest'anno; l'hanno appena rinnovato e per circa 35$ a camera starete benissimo. Stanze immense con bagni in marmo e ambiente pulitissimo. Evitate invece il Circus Circus , è vecchio e la pulizia non è proprio la sua parola d'ordine. Se avete un giorno a disposizione vi consiglio una bella fuga verso Rachel . Molti di voi forse la conoscono perché il centro abitato (poche case) più vicino alla misteriosa (ma non tanto) Area 51. Non chiedete come raggiungerla perché a Las Vegas, sembra strano, ma non la conoscono neppure (o quanto meno non ne vogiono parlare).

Da Las Vegas esistono tanti tour da fare in aereo al Grand Canyon, ma io vi consiglio il tour in pullman se non disponete di automobile. E' molto più lungo, ma molto più bello. Passerete sulla diga Hoover Dam (dove erroneamente molti pensano che serva a dare la corrente per intero a Las Vegas. Invece Las Vegas ne assorbe solo il 3%, che comunque è considerevole), attraverserete le foreste del nord Arizona. Ve la consiglio. Io ho fattoentrambe, ma l'aereo è sconsigliato a chi abbia paura dei vuoti d'aria. Infatti data la notevole differenza di temperatura tra i fondo valle dei Canyon e l'aria, si ballerà talmente tanto che i dieci sacchettini neChapteri sedili (di solito si è in massimo in 8) sembreranno pochi. E poi c'è una notevole differenza di spesa. Per chi poi avesse voglia esistono tour anche verso la vicina Zion , anche se non so cosa possiate vedere in un quarto di giornata.

  giottoGiotto

 

   
   
 
informazioni

I documenti per poter visitare gli Stati Uniti, o anche solo transitarci per mete successive, variano continuamente. Esistono varie tipologie di passaporti in circolazione, quindi prima di prenotare il viaggio è saggio - le dogane sono rigidissime in materia di formalità burocratiche - informarsi se quello in nostro possesso è adeguato alle vigenti norme. In aggiunta, dal 2009, è stato introdotto un ulteriore modulo, compilabile su form elettronico, l'ESTA. Qui di seguito i riferimenti dell'ambasciata americana.

AMBASCIATA AMERICANA go to...

Modulo elettronico esta go to...

Ulteriori informazio su Viaggiare Sicuri go to...

clima
Las Vegas, nel sud del Nevada, segue il Pacific Time Zone, cioè si trova a -9 ore rispetto a Roma. Las Vegas ha un clima torrido e umido d'estate, ma nulla che non possa essere sopportato. In inverno la temperatura è mite di giorno, ma alla notte può essere anche freddo. Sembrerà un'assurdità, ma in estate è sempre meglio portare dietro una felpa: lo sbalzo di temperatura tra l'ambiente esterno e i locali degli hotels e restaurants è veramente notevole.
cosa leggere
Sugli States esiste veramente l'imbarazzo della scelta in tema di guide cartacee. Dalle MONDADORI alla LONELY PLANET, FOOTPRINT, ROUGH GUIDES o INSIGHT GUIDE, ci sono versioni monografiche sulla città come quelle abbinate allo Stato del Nevada. Ma il mio consiglio è di cercare forum tematici, in modo da avere informazioni aggiornate su dove mangiare, dormire e ancor più importante, quali spettacoli vedere.
 
cosa vedere - cosa fare
Chi la chiama città dei sogni, chi del gioco e chi della trasgressione. Las Vegas è la città che ognuno vuole che sia, basta organizzarsi in modo adeguato. E' una città che può essere costosissima o al tempo stesso una delle più economiche del West USA. Cantanti, incontri sportivi, spettacoli, tutto attende le esigenze dei turisti. Nata negli anni '30 come meta libertina per bere e sposarsi senza troppe formalità, ha dovuto il suo sviluppo al gioco d'azzardo. Ma negli ultimi anni questa è solo una delle centinaia di attività che LV fornisce. Las Vegas può essere presa come un'ottima base per escursioni di una giornata in luoghi naturali meravigliosi come la VALLEY OF FIRE STATE PARK, oppure nella DEATH VALLEY NATIONAL PARK; azzardando una toccata e fuga, numerosi tour organizzano via terra o aria una visita al South Rim del GRAND CANYON NATIONAL PARK.
distanze
- DEATH VALLEY NP, CA ca. 190 km / 118 mi
- ZION CANYON NP, UT ca. 262 km / 163 mi
- GRAND CANYON NP, AZ ca. 445 km / 276 mi
- LOS ANGELES / SANTA MONICA ca. 457 km / 284 mi
dove dormire

E' impossibile consigliare un hotel invece che un altro a Las Vegas. Ovviamente il vostro budget farà da solo selezione. La prima suddivisione riguarda gli hotels con casino da quelli senza, molto più economici. La seconda selezione riguarda gli hotel sulla Las Vegas Boulevard da quelli nelle vie limitrofe; questi ultimi potrebbero essere più economici - con esclusione del "giovanissimo" Hard Rock Hotel o del prestigioso Hilton. Infine sulla stessa "Strip" si può scegliere l'economico Circus Circus come si può arrivare al Bellagio o Mandalay Bay, i più eleganti in assoluto. Un giusto compromesso potrebbe essere rappresentato dal Luxor o, se si accetta di essere poco più lontano, ma sempre sulla Strip, dallo Stratosphere, sempre ricco di offerte. Ricordate che dal giovedì sera fino al sabato sera inclusi le tariffe sono quasi doppie; quindi cercate di "incastrare" bene Las Vegas nel vostro giro.

 
photo gallery
Las Vegas Strip by night, Nevada - United States of America
Las Vegas Strip by night, Nevada - USA
Las Vegas - New York Casino, Nevada - United States of America
Las Vegas - New York Casino, Nevada - USA
Las Vegas - Bellagio Casino, Nevada - United States of America
Las Vegas - Bellagio Casino, Nevada - USA
Mappa